A Catania un medico “molto furbo” è riuscito a bleffare tutti, riuscendo a NON lavorare per ben 9 lunghi anni. Il tutto ovviamente pagato con il trattamento economico e previdenziale, lo stesso che spetta ad un normale medico di pronto soccorso.

La maratona volta all’ assenteismo questa volta non ha eguali nella storia del lavoro italiano. Catania è riuscita a battere tutti, con un primato che di certo non fa onore alla categoria.

Il CASO:

Il medico, le cui iniziali sono P.M.B è riuscito a non lavorare, sfruttando le malattie, i congedi parentali, alcuni viaggi per dottorati di ricerca, cumulando ben 9 anni di assenteismo dagli uffici. Ma se vi sembra troppo, non è ancora tutto.

Pare che attualmente l’Asp stia indagando sull’uomo, che eserciterebbe anche l’attività professionale privata, NON autorizzata.

Insomma se esiste un uomo che vorrebbe darla a bere a tutti, ebbene signori, quest'uomo esiste davvero e vive a Catania, con l'obiettivo di rubare soldi ai contribuenti.

Dopo cotanta beffa a Catania un gruppo di dirigenti compreso il Direttore Generale dell’ Asp Franco Luca, insieme al commissario Rosalia Murè adotteranno il classico “pugno duro” contro i circa 5 mila dipendenti dell’azienda sanitaria etnea, per controllare più nei dettagli il loro operato ed assicurare maggiore assistenza sanitaria.