MESSINA – Inseguimento in stile Hollywood per le strade di Messina. Alla fine, grazie alla sinergia tra carabinieri e polizia, è stato bloccato e arrestato il pregiudicato 27enne Goran Ahmetovic, nato a Locri (in provincia di Reggio Calabria), ma senza fissa dimora. Le accuse sono di rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Tutto è cominciato quando un uomo ha segnalato il furto della sua auto nel centralissimo viale San Martino, così sono iniziate le ricerche dei carabinieri che hanno intercettato il rapinatore in viale Gazzi. Il malvivente ha pensato bene di accelerare superando il posto di blocco dei militari, che sono partiti all'inseguimento.

Ahmetovic ha cercato di dileguarsi cambiando più volte la propria direzione di marcia con manovre improvvise, percorrendo alcuni tratti stradali sul sorpasso in contromano ed effettuando ripetute manovre a zig-zag e inversioni a "U", mettendo in pericolo l’incolumità di numerosi passanti e degli altri automobilisti. Nel corso di questi momenti, un carabiniere in moto è stato travolto e ha rimediato una contusione a una spalla.

La corsa è ricominciata sulla strada statale 114 ed è proseguita fino a quando i motociclisti e una pattuglia dei carabinieri con un’altra delle volanti sono riusciti a raggiungerlo a Contesse e a sbarrargli la strada, costringendolo a fermarsi. Poi le manette.