"Non è lui la persona che cercano". Proprio ieri è stata data la notizia dell'arresto di Mered Medhanie, eritreo estradato in Italia e ritenuto a capo di una delle più grosse organizzazioni criminali che gestiscono i viaggi dei migranti verso le coste siciliane, ma oggi arrivano alcuni importanti aggiornamenti. Secondo alcuni amici, c'è stato uno scambio di identità: in realtà, la persona arrestata si chiamerebbe Mered Tesfamariam e la Bbc avrebbe anche pubblicato alcune foto a sostegno di questa tesi.

Uno degli amici, Hermon Berthe, ha detto alla polizia:  "Non credo possa essere coinvolto in niente del genere. È una persona buona". Il procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, ha spiegato che sono in corso accertamenti: " Al momento tutto quello che possiamo dire è che la segnalazione del ricercato, il suo arresto, la consegna e l'estradizione in Italia ci sono stati comunicati in via ufficiale dalla National Crime Agency inglese e dalle autorità sudanesi tramite l'Interpol".