MESSINA – Primo giorno di scuola a Messina e provincia e prime proteste per la mancata partenza delle mense. Tra gli istituti che hanno aperto i battenti il "Catalfamo" al villaggio Cep, con gli studenti che dovranno portarsi il pranzo al sacco, come sottolinea il "Giornale di Sicilia".

Uno scenario non certo lusinghiero che a quanto pare andrà avanti per settimane: l'amministrazione comunale, infatti, è pressoché senza soldi e non ha ancora bandito la gara d'appalto in attesa di approvare il Conto consuntivo 2015 e soprattutto il bilancio di previsione 2016.

Oggi al municipio c'è stata una nuova manifestazione del personale: un'ottantina gli addetti interessati, con tanto di sit-in dei lavoratori delle cooperative.