AMBIENTE: BLITZ DI GREENPEACE IN SEDE RCS A MILANOÈ ricoverata in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita la bimba napoletana di 9 anni investita ieri a Messinamentre attraversava la strada. La piccola si trovava insieme alla famiglia in auto, incolonnata come tanti altri in attesa di imbarcarsi sul traghetto, lungo il viale della Libertà. Ad un tratto è scesa dalla vettura, forse per andare a comprare qualcosa in un bar dall’altro lato della strada. Il caso però ha voluto che dalla carreggiata opposta sopraggiungesse uno scooter guidato da un 59enne, che aveva a bordo anche una donna. L’impatto è stato inevitabile e violento, e la bambina ha avuto la peggio.

La bambina è apparsa subito grave, ma i soccorso sono stati immediati, e l’ambulanza del 118 l’ha trasportata all’ospedale Papardo. Qui i medici, viste le ferite, hanno deciso per il ricovero e per la prognosi riservata, ma fortunatamente la piccola se la caverà. La bambina ha comunque riportato gravi ferite: un trauma cranico, la frattura di femore, tibia e perone della gamba destra, ed altre contusioni di varia gravità. Anche il guidatore dello scooter ha riportato conseguenze non certo lievi, con ferite guaribili in 30 giorni.