Secondo quanto riportato da ilmeteo.it, quattro fattori scientifico-climatici, a partire dal giorno di Natale, concorreranno a creare le condizioni meteorologiche favorevoli per neve, gelo e possibile Burian. Teniamo a portata di mano cappotti, sciarpe, guanti e capi pesanti.

I quattro elementi di cui parla il sito di previsioni sono i seguenti:

1. El Niño: il termine indica un anomalo riscaldamento delle acque del Pacifico, che determina rapidi mutamenti climatici in tutto il pianeta. Quest'anno è atteso particolarmente forte, probabilmente "il più forte degli ultimi 80 anni".
2. Strat Warming: per la fine del mese di Dicembre è atteso un riscaldamento stratosferico polare con conseguente formazione di una vasta alta pressione polare e scissione in 2 parti del vortice polare, una delle quali scenderà verso l'Europa (quindi verso l'Italia). Le conseguenze saranno neve e gelo sulla penisola.
3. Macchie solari: una minore presenza di macchie è indice di una ridotta emissione di energia da parte del Sole, che provoca a sua volta un calo delle temperature.
4. Corrente del Golfo: quest'anno appare affievolita, essendo presente nell'Oceano Atlantico una vasta area più fredda, che impedisce alle correnti miti provenienti dal Messico di raggiungere l'Europa.

Fonte: IlMeteo.it