Il caldo, quello vero e duraturo, non è ancora arrivato. Fino a giovedì, infatti, complice l'aria calda in risalita dal Nord Africa, questo bel tempo resterà tale. Ma da venerdì spazio a un brusco calo termico e a un peggioramento generale. Lunedì, invece, una debole perturbazione atlantica si limiterà a sfiorare le regioni di Nordovest.

Sarà un inizio di settimana con prevalenza di sole, invece, al Centrosud. Un cambiamento più incisivo del tempo è al momento confermato nell'ultima parte della settimana, in particolare tra la fine di giovedì e la giornata di venerdì: correnti perturbate e più fresche dal Nord Atlantico riusciranno a raggiungere il nostro paese, riportando piogge, temporali e, tra venerdì e sabato, anche un deciso ridimensionamento del campo termico con il ritorno della neve nelle Alpi al di sotto dei 1500 metri.

Un peggioramento che si intensificherà quindi alla fine della prossima settimana: il cambio di rotta si vedrà nella giornata di venerdì, con il maltempo su buona parte del paese. In altre parole, è "in cantiere" il ritorno delle piogge in molte regioni e della neve sulle Alpi. Tra venerdì e domenica, peraltro, è previsto un significativo calo delle temperature, con valori che torneranno più in linea con le medie stagionali.