ImmagineIl maltempo è arrivato puntuale come un orologio svizzero e da stamattina l’Italia sembra essere ripiombata in inverno, nonostante siamo ormai a metà maggio. Le Regioni più colpite, fino al momento, sono Abruzzo e Molise con piogge torrenziali, forti temporali, temperature in picchiata, grandinate fin sulle coste e vento impetuoso da nord/ovest con mareggiate sulle coste esposte.
La neve ha imbiancato molte località appenniniche di Abruzzo, Molise e zone interne del Lazio a partire addirittura dai 1.200 metri di quota. Stamattina a Campo Imperatore la colonnina di mercurio e’ scesa a -3°C, proprio come in pieno inverno, dopo che nella notte sono caduti alcuni centimetri di neve.
Sulla costa abruzzese e molisana imperversano temporali e violenti nubifragi, causa di numerosi allagamenti, nell’entroterra la situazione resta stabile con nubi sparse. Le temperature sono molto basse: Pescara si mantiene a +12°C in pieno giorno, a Campobasso piove con appena+4°C. Freddo e maltempo anche all’estremo Sud, dove ieri faceva caldissimo (Catania ieri ha toccato i +32°C e molte altre località siciliane avevano raggiunto i +30°C). A Messina sta piovendo con appena +19°C e nelle prossime ore le temperature diminuiranno ulteriormente. Trapani e Palermo hanno soltanto sfiorato i +19°C. Il maestrale soffia impetuoso su tutto il centro/sud, con raffiche di oltre 70km/h registrate tra Molise, Puglia e Sicilia. Un maltempo di stampo invernale che continuerà ancora per tutta la settimana, con altre forti piogge e temporali domani, venerdì e anche nel weekend. Per monitorare la situazione in diretta potete scorrere le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.

Peppe Caridi