Nelle ultime ore una fase di forte maltempo sta interessando l'Italia in concomitanza col passaggio della parte più attiva e intensa della perturbazione giunta mercoledì sul paese. Tra alto Piemonte e Lombardia nel giro di 24 ore si sono accumulati oltre 100 litri di pioggia per metro quadro e in 12 ore in Sicilia sono caduti oltre 12 mila fulmini. A seguire il maltempo si attenuerà, ma l'atmosfera si manterrà molto instabile, con diverse occasioni per altre precipitazioni tra venerdì e domenica, specialmente al Centronord e sulla Sardegna. Il sole sarà invece prevalente lungo il settore adriatico e al Sud, con temperature nella norma e venti da sud-ovest piuttosto intensi sulle regioni centro-meridionali.

Oggi al Sud andrà meglio e non avremo precipitazioni rilevanti. Tra sera e notte tempo in miglioramento al Centrosud, mentre al Nord le piogge si concentreranno sul settore alpino e prealpino, sull'est della Lombardia e sulle regioni di Nordest. Venti moderati sud-occidentali con rinforzi di Libeccio tra Liguria e alta Toscana e Scirocco tra alto Ionio e basso Adriatico. Temperature massime in lieve calo su regioni tirreniche, al Sud e in Sicilia, in lieve rialzo al Nord.

Domani giornata abbastanza soleggiata su coste del medio Adriatico, al Sud e in Sicilia. Nel resto dell'Italia condizioni di instabilità con cielo prevalentemente nuvoloso con precipitazioni al mattino più probabili nella parte più settentrionale del Nord e sul Friuli Venezia Giulia, tra Liguria orientale, alta Toscana e zone interne del Lazio. Nel pomeriggio instabilità con piogge e qualche rovescio al Nordest, su gran parte della Lombardia, in Liguria e nelle zone interne di Toscana, Lazio, Umbria e sulla Sardegna occidentale. Temperature senza grandi variazioni.