Meteo: Settimana Santa primaverile, ma a Pasqua torna il freddo. L'alta pressione delle Azzorre continuerà a dominare le nostre regioni almeno fino a venerdì, poi cambierà tutto con l'arrivo di piogge e più freddo.

La redazione web del sito www.iLMeteo.it fa sapere che fino a venerdì santo il tempo sull'Italia sarà molto buono e dominato dall'anticiclone delle Azzorre che mostrerà qualche cedimento soltanto sulle Alpi, e localmente sul Friuli Venezia Giulia; su questi settori non si escludono deboli precipitazioni.

Al Sud e in Sicilia variabilità sul settore tirrenico con annuvolamenti più consistenti tra Campania e settori tirrenici di Basilicata e Calabria dove non si escludono deboli e locali piogge. Soleggiato su Sicilia e sulle altre aree peninsulari ma con nuvolosità in aumento queste ultime che darà luogo a deboli piogge sparse nel corso della serata. Martedì sarà la giornata più calda del mese con temperature massime che potrebbero raggiungere anche i 23° su alcune regioni. Da mercoledì invece correnti più fresche settentrionali faranno calare un pochino le temperature, anche se la differenza rispetto ai giorni precedenti sarà esigua.

Per quanto riguarda le giornate di Pasqua e Pasquetta. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it annuncia che da sabato la pressione subirà un crollo importante per l'arrivo di aria più fredda da Nordest che inizierà a far peggiorare il tempo proprio sul Triveneto ed Emilia Romagna con piogge anche forti e che poi si trasferiranno nella notte e nel giorno di Pasqua alle regioni centrali e quindi meridionali. Pasquetta, secondo i modelli di quest'oggi, sarà soleggiata al Nord, ma ventosa e fresca, più instabile e piovosa sul resto d'Italia. Di certo da sabato santo le temperature inizieranno a diminuire gradualmente riportando più fresco su tutta l'Italia.