PALERMO – Gli organi donati da Michele Pizzuto, il ragazzino di 13 anni deceduto a Palermo in seguito a un incidente stradale, hanno salvato tre bambini a Padova. Il tredicenne era stato investito da un'auto lo scorso 24 maggio: nella giornata di lunedì era stata dichiarata la morte cerebrale e i genitori hanno dato l'assenzo alla donazione degli organi. Il ragazzino si trovava nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Civico del capoluogo siciliano.

Sono stati prelevati fegato e reni, trasferiti al Centro Trapianti dell'Azienda ospedaliera padovana, per tre pazienti pediatrici in lista d'attesa. “Teniamo a sottolineare – afferma il direttore del centro Bruna Piazza – il valore del gesto di una famiglia che, pur essendo dilaniata dal dolore, ha trovato la forza di un atto così nobile”.

Nelle stesse ore in cui il coordinamento ospedaliero procedeva alla allocazione degli organi donati dal tredicenne, nel reparto di Rianimazione i medici ricevevano il consenso alla donazione anche dai familiari di un uomo di 43 anni, deceduto per emorragia cerebrale. Sono stati prelevati il fegato e il cuore.