Anche quest'anno Slow Food ha scelto le "sue" migliori tavole d'Italia, entrate a far parte della sua guida Osterie d'Italia 2015: giunta alla 25esima edizione, raccoglie una selezione che punta a raccontare la ristorazione italiana di tradizione e di territorio nel modo più completo. Anche la Sicilia è ovviamente presente, con 13 osterie sparse in (quasi) tutto il territorio.

La guida raccoglie in totale oltre 1.700 locali, scelti in quanto custodi e promotori di piatti e materie prime di alto valore ad un prezzo che non superi i 35 euro (vini esclusi). Questa pubblicazione segue quella tendenza, sempre più diffusa, che, accanto alla ristorazione d'alto livello, premia i sapori della tradizione, ritenuti a tutti gli effetti un patrimonio da conservare.

Vediamo adesso insieme quali sono le migliori osterie di Sicilia che hanno conquistato un posto nella guida Osteria d'Italia 2015. Da Palermo, a Catania, passando attraverso Siracura ed Agrigento, c'è spazio per un lungo viaggio fatto di sapori. Ovviamente, accanto a queste scelte ufficiali, sarebbe interessante anche scoprire cosa ne pensano gli avventori: i commenti sono aperti alle vostre opinioni.

  1. U Locale, Buccheri (Sr)
  2. Nangalarruni, Castelbuono (Pa)
  3. Le Lumie, Marsala (Tp)
  4. 4 Archi, Milo (Ct)
  5. La Rusticana, Modica (Rg)
  6. La Perla, Naso (Me)
  7. Trattoria Del Gallo, Palazzolo Acreide (Sr)
  8. Ai Cascinari, Palermo
  9. Piccolo Napoli, Palermo
  10. Da Salvatore, Petralia Soprana (Pa)
  11. Acquarius, Santo Stefano Quisquina (Ag)
  12. Fratelli Borrello, Sinagra (Me)
  13. Tischi Toschi, Taormina (Me)