Viene operata per ridurre una banale frattura, ma una settimana dopo muore. In relazione al decesso della 43enne Maria Rita La Mantia (nella foto), 28 medici indagati dalla Procura. Le circostanze sono ancora tutte da chiarire, e l'iscrizione nel registro degli indagati con l'ipotesi di omicidio colposo è un atto dovuto. Il fascicolo è stato aperto dal procuratore aggiunto Claudio Corselli dopo la denuncia dei parenti della donna, assistiti dall'avvocato Salvatore Romeo.

Tutti i sanitari che hanno avuto in cura la donna potranno nominare un proprio consulente e avranno il diritto di partecipare all'autopsia. Secondo i parenti della vittima, la degenza in ospedale sarebbe stata "terribile" e le sue condizioni sarebbero peggiorate in modo misterioso.