Dopo il tremendo choc per la morte a soli 53 anni, arrivano nuove ipotesi sulle cause del decesso di George Michael. A fornire una serie di dettagli è il "Daily Telegraph", che ipotizza l'overdose come causa dell'arresto cardiaco. Fadi Fawaz, parrucchiere delle rockstar e compagno del cantante pop, avrebbe chiamato i soccorsi dopo aver visto George Michael senza vita, da solo nel suo letto all'ora di pranzo del giorno di Natale.

Secondo il giornale inglese, "nell'ultimo anno Michael ha lottato contro una crescente dipendenza dall'eroina". Il manager ha ufficialmente parlato soltanto di insufficienza cardiaca, mentre la polizia precisa che "non ci sono circostanze sospette". Il suo staff afferma che "è morto serenamente in casa sua". I soccorsi sono arrivati nell'abitazione nel primo pomeriggio.