300 euro per un mozzicone di sigaretta spento sul marciapiede o 150 euro per uno scontrino gettato in strada: queste multe sono diventate realtà con l'approvazione in via definitiva del Collegato Ambiente, una sorta di agenda verde del Paese che in 79 articoli di legge apre la strada a decarbonizzazione ed economia circolare. 

Un articolo che sicuramente coinvolgerà molti italiani è quello che sanziona con multe da 30 a 150 euro l'abbandono sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi (cioè quindi al di fuori dei cestini) dei rifiuti fi piccole dimensioni, dal chewing gum ad un fazzolettino di carta. La multa raddoppia nel caso di sigari e sigarette, per i quali i Comuni dovranno provvedere a dotare strade, parchi e luoghi d'aggredazione di appositi raccoglitori. 

Un'altra novità riguarda gli amici a quattro zampe, che non sono più beni pignorabili da Equitalia. Si prospetta, inoltre, una nuova vita per il vuoto a rendere: gli esercizi commerciali che somministrano bevande saranno liberi di scegliere se applicare o meno una cauzione al momento dell'acquisto delle bevande.