Il Teatro di Verdura di Palermo sarà la cornice dell’anteprima assoluta del Musical Worms” in scena il 10 settembre alle 21.30. Lo spettacolo di Jerome Lèsar è liberamente ispirato al bestseller di Delphine De ViganNo et moi” con oltre un milione di copie vendute in Francia, ed edito in Italia dalla Mondadori con il titolo “Gli effetti secondari dei sogni”. Il Musical, affronta temi importanti quali l’emarginazione, l’indifferenza, la solitudine adolescenziale, l’altruismo ed anche l’amore. Un cast importante di oltre 120 elementi tra attori, cantanti, ballerini e musicisti che si alterneranno sul palco diretti dalla siciliana Gisella Calì. Tutte le musiche saranno eseguite dal vivo dalla Palermo Classica Symphony Orchestra con la partecipazione dell’Ensemble dell’Accademia Internazionale del Musical di Palermo e della Lab Rock Band. Diretti dal maestro Stefano Nanni. Il progetto musicale è stato interamente ideato, musicato e scritto da Jerome Lèsar, autore italiano, collaborato da Stefano Nanni per gli arrangiamenti e la composizione di alcune musiche di scena.

 
La storia narra di una ragazzina, “Lou Bertignac” di tredici anni, con un quoziente intellettivo di 160, per questa ragione frequenta una classe in cui gli studenti sono ragazzi più grandi che non hanno nulla da spartire con lei. A casa la situazione è anche peggiore: la sua famiglia vive in un silenzio opprimente. Incapace di creare relazioni con chiunque, Lou passa il tempo libero a vivere le emozioni degli altri e, nelle stazioni parigine, ama osservare quanto si dipinge sui volti di chi si lascia o si ritrova. E’ così che alla stazione di Austerlitz conosce una senza tetto, “Nolwenn. Una ragazza di poco più grande che si è lasciata alle spalle un passato difficile e ora vive da randagia. Questo incontro apre a Lou il mondo di una città invisibile agli occhi, quello appunto dei senza tetto, dal quale viene profondamente colpita e per il quale si documenta avendo deciso di farne una relazione per un compito in classe che le viene assegnato, con libera scelta d’argomento, dal professor Marin. E’ così che Lou, senza neanche accorgersi, comincia a lottare decidendo, con una tenacia che viene dalla purezza del suo cuore, di provare a salvare il mondo, il mondo sottoforma di una giovane donna senza casa che si chiama Nolwenn. Con lei si crea al primo sguardo un’intesa speciale. Due ragazze diversamente sole finiranno per stringere un’amicizia che cambierà la loro vita e il loro mondo e che anche se non riuscirà a salvarle darà loro nuove speranze.