locandina NPL bis 001Promuovere la lettura come un affascinante viaggio familiare tra le parole alla scoperta del mondo è l'obiettivo di “Nati per leggere”, il progetto di lettura conoscitiva che l'amministrazione Martorana presenterà il 15 novembre dalle ore 14,00 alle ore 19,00 e il 16 novembre dalle 8,00 alle 15,00, presso la biblioteca comunale “Giulio Palumbo” di Ficarazzi.

L'iniziativa di carattere nazionale, promossa periodicamente dall’AIB- Associazione Italiana Biblioteche, dall’Associazione Culturale Pediatri e dal Centro per la Salute del Bambino, sarà curata dai servizi sociali del Comune di Ficarazzi e intende diffondere nelle famiglie la pratica della lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i sei mesi e i sei anni.

In presenza di un referente locale dell'associazione promotrice, l'incontro prevederà la formazione di  venti lettori volontari, i quali impareranno e mostreranno ai genitori i testi più adatti per bambini, le tecniche di lettura migliori, l'uso della voce e del linguaggio del corpo, tutte condizioni necessarie per rendere una semplice lettura, un interessante percorso nell'immaginazione che coinvolgerà i piccoli utenti, stimolando i loro sensi e l'emotività. 

Pertanto l'assessorato alle Politiche Sociali ha deciso di aderire al progetto perchè se da un lato è capace di orientare i bambini all'uso del libro, dall'altro educa i familiari all'utilizzo di strategie e modalità di lettura tali da attirare l'attenzione del bambino e accrescere in lui l'interesse e la predisposizione a interagire con i libri, considerando la lettura non solo uno strumento conoscitivo e formativo per le piccole menti ma anche un collante indispensabile che rinvigorisce il rapporto tra genitori e figli e sostiene questi ultimi nei momenti più delicati della crescita.

Il progetto di educazione alla lettura era stato già vagliato dalle precedenti amministrazioni; tuttavia il primo cittadino, avv. Paolo Francesco Martorana, sostiene che l'adozione di progetti come “Nati per leggere” rappresenta un impegno nei confronti dei bambini e delle loro famiglie, le quali hanno il preciso dovere di istruire i propri figli nella lettura, perchè in essa alberga la ricchezza lessicale, la proprietà di linguaggio e lo sviluppo creativo di un bimbo.

Non per nulla, l'amministrazione ha considerato l'iniziativa utile in questo senso, ritenendo la mente del bambino una spugna, alla maniera di Maria Montessori.     

Maria Luisa Domino
Addetto Stampa
Comune di Ficarazzi