01Fanpage http://goo.gl/PnEgmx Museo Salinas di Palermo

Marmitta? Tutt’altro! Risale agli antichi Romani. È una cassa di condotto d’acqua in piombo con rubinetti in bronzo proveniente dagli scavi borbonici effettuati a inizio Ottocento nella Casa di Sallustio, signorile dimora dell’antica Pompei risalente al II sec. a.C. e fu donata, insieme a frammenti di tubature in piombo e altri manufatti, dal re Ferdinando II al Museo di Palermo. Costituiva l’allacciamento di una utenza domestica alla rete di distribuzione urbana ed è dunque riferibile a un cittadino abbiente, considerato che la maggior parte della popolazione, non potendosi permettere una fornitura privata, attingeva l’acqua dalle fontane pubbliche. L’elemento d’altra parte dimostra l’efficienza di un sistema di trasporto e distribuzione dell’acqua potabile tecnicamente molto avanzato, frutto degli straordinari risultati ottenuti dall’ingegneria idraulica dei Romani. Vale la pena di ricordare l’importanza attribuita all’acqua nell’antica Roma, tanto che il controllo e la gestione degli acquedotti (approvvigionamento idrico cittadino, distribuzione e regolarità del flusso, manutenzione degli impianti) erano affidati al curator aquarum, una delle più alte cariche dello Stato.

 

#museosalinas #pompei #romani #acqua #ferdinandoII #fontane #sallustio