La storia del neonato lanciato dal balcone appena partorito dalla madre Valentina Ventura ha scosso l'Italia. "Non potevamo immaginare che quel bambino fosse suo. Ci aveva nascosto di essere incinta. In questi ultimi mesi l'avevamo vista di rado e quando ogni tanto le bussavo alla porta, faceva capolino solo con la testa, nascondendo il corpo": è il racconto di una vicina di casa della 34enne di Settimo Torinese che ha confessato di aver ucciso il figlio.

Non sarebbe indagato invece il marito, tenuto anch'egli all'oscuro della gravidanza. Agli uomini dei carabinieri l'uomo avrebbe detto di aver sentito un "miagolio". I pochi dettagli sulla faccenda li ha forniti la vicina ai microfoni di "Pomeriggio 5": "Abbiamo sentito del rumore in strada, qualcuno aveva già rinvenuto il corpo del bambino e aveva chiamato i soccorsi. La mamma e suo marito hanno assistito come noi alla scena dal proprio terrazzo. Anche per questo che non potevamo sospettare che quella donna fosse in realtà sua madre".