Nessuno tocchi la carne ragusana: a dirlo è la Coldiretti, dopo l'allarme lanciato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Questi alcuni numeri della zootecnia ragusana, leader nella produzione di carni che sono sicure, perché tracciate: nella provincia, sono oltre 800 gli allevamenti di bovini 'Limousine' e ' Charolaise'; ci sono più di 8.300 capi con meno di un anno e quasi 15.000 vacche, oltre a 40.000 fattrici delle razze 'Bruna', 'Frisona', 'Pezzata rossa' e 'Modicana'. 

Si tratta di "Un primato – dice Coldiretti – che non può essere intaccato dall'allarme lanciato dall'Oms. Le carni sono controllate, sicure per tutta la filiera". 

Fonte: Giornale di Sicilia