Era in compagnia del suo cane di media taglia e voleva salire su un autobus della linea 25, ma l'autista le ha negato l'accesso a bordo. L'episodio è accaduto a Trapani, intorno alle ore 16.30 di martedì, mentre la donna si trovava ad una fermata dell'ATM, in via Giovan Battista Fardella. Dell'episodio si è occupato Enrico Rizzi, capo della segreteria nazionale del Partito Animalista Europeo, che ha contattato il comandande della polizia municipale, Biagio De Lio, il quale ha informato il presidente dell'Azienda Trasporti e Mobilità cittadina, Giuseppe Randazzo. 

L'autista ha riferito che il cane era sprovvisto di museruola, che è invece necessaria per permettere l'accesso a bordo di cani di media e grossa taglia. Diverso il racconto della proprietaria, riportato dal Giornale di Sicilia: "Ero alla fermata della centralissima via Fardella – ha detto – con due mie amiche e con il mio cane di media taglia, con tanto di guinzaglio e museruola. Quando è giunto l'autobus, l'autista mi ha impedito di salire sul mezzo".

Ho contattato subito l'autista – ha dichiarato Giuseppe Randazzo – il quale mi ha riferito che in quel momento l'animale risultava sprovvisto di museruola. Abbiamo il massimo rispetto per gli animali e sui nostri mezzi, se portati al guinzaglio, sono sempre i benvenuti, così come previsto dal nostro regolamento.

Fonti: TrapaniOggi e Giornale di Sicilia