Un bambino di 11 anni che ammette di non aver "nessun amico". Molto triste la letterina dello statunitense Christopher Cornelius. In un compito a mo' di questionario, alla voce "alcuni dei miei amici sono" ha scritto "nessuno". Inizialmente, il papà Bob ha visto il compitino e ha scattato una foto. Solo dopo, una volta a casa, si è reso conto di quella risposta amara e ha pubblicato la lettera su Facebook.

lettera cristopher

Christopher, che soffre di autismo, non ha mai avuto un amico e non ha amici, racconta il papà. "Ho scritto questo post spinto dalla parola 'Nessuno', ma le poche lettere che la compongono pesano, tanto. E conosco mio figlio: so che essere escluso lo fa sentire solo, lo fa intristire", scrive il genitore, Bob. "I compagni di mio figlio non sono mai stati crudeli con lui, però l'hanno escluso. E, francamente, li capisco. Anche loro hanno disturbi, ma non come Christopher".

Piuttosto invita i genitori a parlare con i loro figli del disturbi di Christopher, a far capire loro che lui è consapevole di tutto e specialmente di essere escluso e di essere trattato in modo diverso dagli altri. "Per la prima volta ve lo chiedo per favore, qui su Facebook. Insegnate ai vostri figli l'empatia e a includere chi è diverso da loro. Non lo dico solo per coloro che hanno disturbi diagnosticati, ma per ogni singolo bambino", aggiunge il papà.