Ha chiesto di poter andare in bagno dopo aver ultimato la prova, ma le hanno impedito di uscire dall'aula, nonostante i suoi problemi fisici. Una giovane studentessa palermitana, che ha partecipato ai test di ingresso alla facoltà di Medicina, è così finita in ospedale. L'episodio è stato raccontato da PalermoToday. Dopo le tante polemiche dell'anno scorso, per il test sono state previste regole molto severe, come il divieto assoluto di uscire dall'aula durante il concorso. 

Dopo aver terminato, la ragazza ha chiesto di uscire subito per andare al bagno, poiché è affetta da un problema alle vie urinarie, ma il permesso le è stato negato. Secondo quanto raccontato dalla sorella, stava visibilmente male, ma i commissari le hanno detto che, qualora fosse uscita, le avrebbero annullato il test.

19enne in ospedale dopo il test di Medicina

Quando ha chiesto di uscire erano le 13.40 ed ha potuto lasciare l'aula prima delle 14.30. L'attesa ha avuto gravi conseguenze, per via di una cistite emorragica. La giovane ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari, al pronto soccorso e, stando al referto medico, oltre all'infezione alle vie urinarie, dovuta all'attesa, ci sono anche dei danni morali. 

La ragazza, inoltre, non ha più trovato il suo iPhone, consegnato alla commissione all'inizio del test. I familiari hanno quindi deciso di rivolgersi ai legali dell'associazione nazionale 'Verità scomode', per chiedere il risarcimento dei danni alla commissione esaminatrice.