Arriva una nuova funivia per l’Etna. Sarà moderna ed efficiente, con una maggiore portata, minore impatto ambientale, eco sostenibilità, risparmio energetico e accesso facilitato. Si costruirà negli stabilimenti Leitner di Vipiteno (Bolzano), dove è stata siglata l’intesa che porterà alla realizzazione.

La cabinovia dell’Etna sarà interamente finanziata con capitali privati del Gruppo Russo Morosoli.

Nuova funivia per l’Etna, ecco come sarà

Il progetto della nuova funivia Etna prevede l’installazione di 35 cabine Diamond EVO, dal design firmato Pininfarina. Sono più resistenti alle raffiche di vento e capaci di trasportare fino a 10 persone. L’accordo è stato sottoscritto dall’amministratore unico del Gruppo Russo Morosoli Invest Spa Francesco Russo Morosoli e dal legale rappresentante di Leitner, Martin Leitner, alla presenza del direttore commerciale Giorgio Pilotti.

«Per la prima volta – ha spiegato Russo Morosoli – rinnoviamo la nostra funivia per attuare un grande progetto di riqualificazione e ammodernamento e non per ricostruire a seguito dei danneggiamenti dovuti alle colate laviche».

«Sarà – ha aggiunto – un progetto rispettoso dell’ambiente e capace di aumentare la portata dell’impianto dai 1.200 passeggeri ai 2.000 ogni ora. Saranno solamente 12 i sostegni necessari alle funi, la metà di quelli esistenti.

«Siamo molto orgogliosi – ha detto Leitner – di essere protagonisti di questo grande progetto. Una collaborazione longeva e proficua che viene rilanciata con questo nuovo accordo in linea con l’efficacia, l’efficienza e il rispetto dell’ambiente. Si consideri che la trazione dell’impianto sarà diretta e, essendo priva di riduttori, non ci sarà olio».