Nuove tecnologie per l'Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello di Palermo. La Direzione strategica ha dotato recentemente l’Unità operativa di Medicina Interna dell’Ospedale Villa Sofia, diretta dal medico Gabriele Nicolosi, del WinPack 1.0, attraverso il quale possono essere monitorati i parametri vitali di pazienti ad alto rischio di deterioramento d’organo per gravi eventi acuti.

L'apparecchio è leggero e di piccole dimensioni e i dati, trasmessi via Wifi ad un server di reparto, possono essere  visionati, con l’uso di un software specifico, da qualunque  postazione pc, tablet o smartphone  e quindi valutati dal medico o presso lo stesso letto del paziente (un qualunque letto di degenza ordinaria) o a distanza.

“Abbiamo introdotto – sottolineano il Direttore generale Gervasio Venuti e il Direttore sanitario Pietro Greco – uno strumento innovativo rispetto ai tradizionali apparecchi in uso che necessitano di un monitor fisso accanto al letto del malato e di un’area dedicata del reparto. L'Unità operativa di Medicina Interna Villa Sofia possiede già al suo interno un’area dedicata all’alta densità di cura dei pazienti gravi, unica nel suo genere in Sicilia, costituita da quattro posti letto, ognuno fornito di monitor fisso. Oggi, grazie al nuovo dispositivo, ci sarà la possibilità di assistere in modo continuo e intensivo altri otto malati gravi (tanti i moduli acquistati) anche ricoverati in posti letto ordinari”.

Il sistema usa il Wifi, dunque è possibile utilizzarlo anche a domicilio, in modo da  monitorare il paziente da remoto in tempi stabiliti. Così si riducono degenza, ricoveri ripetuti e complicanze post ricovero, favorendo il precoce ritorno del paziente alle sue abitudini personali presso il proprio domicilio.