CATANIA – Lo avrebbe accusato falsamente di averle rubato alcuni oggetti e negli ultimi giorni ha avuto la sensazione di essere pedinato dalla donna. Per questi motivi Florin Cardos, romeno 26enne avrebbe ucciso lo scorso 18 giugno Angelina Cantarella, facendole sbattere la testa più volte su un gradino. A rivelare il movente è stato lo stesso Cardos, nella confessione resa ai carabinieri dopo il fermo disposto dalla Procura di Catania, due giorni fa.

All'interno della sua abitazione, i militari dell'Arma hanno trovato vestiti sporchi di sangue e circa 2.000 euro, oltre al bancoposta, sottratti alla vittima. Una telecamera di sicurezza ha ripreso il romeno che usciva dal luogo del delitto, consumatosi ad Aci Bonaccorso, così i carabinieri si sono messi sulle sue tracce. In un primo momento sembrava si fosse trattato di un incidente, ma è stato poi evidente che si è trattato di omicidio. Florin Cardos lavorava per parenti della vittima e viveva nella casa di una nipote della donna. Sarebbero quindi stati alcuni rancori personali a provocare il drammatico epilogo: sarebbe dunque entrato di nascosto nel pollaio di proprietà della donna e l'avrebbe uccisa.