Shock e sgomento a Palermo per un omicidio-suicidio consumatosi in via del Parlamento 20, a poche decine di metri da Corso Vittorio Emanuele. La tragedia è avvenuta intorno a mezzogiorno, quando Giuseppe Di Stefano, proprietario dello scantinato con soppalco all'interno del quale si stavano svolgendo dei lavori di ristrutturazione, avrebbe avuto un diverbio con il capomastro suo conoscente, Alessandro Valenti, proprio a causa di quei lavori.

Stando a una prima ricostruzione, Di Stefano avrebbe sparato a bruciapelo a Valenti per poi togliersi la vita. Pare che l'omicida-suicida fosse ritenuto nella zona una persona poco equilibrata. Sul posto polizia e carabinieri.