Una terribile tragedia si è verificata in un deposito di marmi. Un operaio di 40 anni è morto travolto da un blocco di marmo. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, dopo essere stato schiacciato il lavoratore ha avuto un arresto cardiaco, conseguenza dei gravissimi traumi riportati.

I soccorritori hanno provato a rianimarlo sul posto per 30-40 minuti, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Sul posto anche carabinieri, tecnici dell’Asl e vigili del fuoco. L’area è stata messa sotto sequestro. L’uomo lascia la moglie e una bambina piccola. 

L’operaio aveva un contratto firmato il 6 luglio (ma aveva iniziato a lavorare il 9 luglio) "della durata di soli 6 giorni". Lo afferma la segreteria della Cgil di Massa Carrara: "Dalle prime notizie sembra che il giovane stesse lavorando intorno ad un blocco di marmo in un deposito vicino al porto che improvvisamente lo ha colpito mentre lo stava movimentando. La tragedia di oggi è indice di fallimento di tutta la nostra comunità".