(l.c.) Sette dipendenti del Comune di Pachino, in servizio agli uffici Agricoltura, Sportello Unico Attività Produttive e Commercio, sono stati denunciati per truffa dalla Guardia di Finanza di Siracusa: avrebbero timbrato il cartellino, per poi andare a sbrigare faccende personali. Le forze dell'ordine hanno portato avanti un'attività di indagine protrattasi per circa 20 giorni con l'ausilio di telecamere, collocate vicino agli strumenti per la rilevazione delle presenze, monitorando così il personale e i movimenti. Da oltre 439 ore di videoriprese è emerso che 7 dipendenti su 12 si assentavano dal posto di lavoro: un totale di oltre 100 ore di assenza. Si tratta di 1 dirigente e 6 dipendenti.

Alcuni si recavano presso la propria abitazione, altri uscivano per fare shopping e passeggiare, altri ancora per commissioni personali fuori provincia o per andare a caccia. Ai 7 indagati è contestato il reato di truffa aggravata ai danni dell'Ente Pubblico: oltre alla condanna per il reato, potranno essere chiamati a risarcire il danno patrimoniale, pari al compenso corrisposto a titolo di retribuzione nei periodi per i quali sia accertata la mancata prestazione e anche all'eventuale danno all'immagine dell'amministrazione pubblica.