(d.v.) Il Comune di Palermo, rappresentato dall'Avvocatura comunale, si è costituito parte civile nel procedimento penale a carico dei 126 operatori della Rap accusati di assenteismo.

Nel corso dell'udienza, i difensori degli imputati si sono opposti alla costituzione del Comune, con la motivazione che la procura speciale, anziché dal Sindaco Orlando, era stata sottoscritta dal vicesindaco. 

Il Tribunale V sezione monocratica, tuttavia, ha rigettato l'opposizione richiamando il disposto dell'art. 53 Testo Unico enti locali (D. lgs. 267/2000). Il Comune, pertanto, è stato pienamente ammesso parte civile nel processo, unitamente alla Rap.

La prossima udienza, nel corso della quale il primo cittadino sarà chiamato a testimoniare, è stata fissata per il 22 febbraio.

C.S.