Arrestato a Palermo Carlo Ventimiglia, pregiudicato 52enne, ritenuto responsabile di una serie di rapine ai danni di anziani. La dinamica era sempre la stessa: l'uomo, ritenuto anche vertice di un gruppo criminale, cercava le vittime in banche ed uffici postali, quindi le aggrediva poco dopo per strada o nell'androne delle abitazioni.

I poliziotti della sezione "Criminalità diffusa" della Squadra Mobile di Palermo hanno fatto luce su almeno sei aggressioni, che hanno fruttato al malvivente circa 20.000 euro. Il rapinatore seriale si fermava all'interno degli istituti, osservando i movimenti degli anziani correntisti che facevano cospicui prelievi: aveva sempre con sé una grossa borsa a tracolla e non effettuava alcuna operazione bancaria (quindi nulla giustificava la sua presenza all'interno degli uffici).

Quasi tutte le rapine sono state compiute a Palermo e in alcuni casi era anche presente un complice: secondo gli investigatori, proprio i complici avrebbero fornito importanti informazioni circa l'entità dei prelievi. I criminali, infatti, hanno sottratto il denaro "a colpo sicuro", sapendo dove i correntisti avevano nascosto il denaro appena prelevato.