PALERMO – Avrebbe seguito una ragazza dentro al centro commerciale, pedinandola a distanza per circa tre ore e scattandole di nascosto una cinquantina di foto. È accaduto ieri al Forum, nel quartiere Brancaccio, dove un agente di polizia ha avvicinato la giovane per segnalarle ciò che aveva notato. Un uomo sulla cinquantina seduto su una carrozzella elettrica non aveva perso di vista per un lungo tratto la studentessa di 21 anni. E nel frattempo la immortalava, dalle gambe al fondoschiena. La giovane ha commentato sconvolta la vicenda a "PalermoToday":

“Una storia assurda. Non mi ero accorta di nulla e per questo voglio ringraziare l’agente che è intervenuto. Non voglio immaginare cosa sarebbe potuto succedere qualora fossi andata in bagno o non appena fossi uscita per recuperare l’auto nel parcheggio. Ancora oggi, nel 2016, accadono queste cose. Mi è stato riferito che ha avuto la faccia tosta di andare a recuperare il suo cellulare dalla polizia".

In quello smartphone c’erano tutte le prove necessarie affinché la ragazza potesse denunciare il 50enne, esattamente ciò che ha fatto. "È vergognoso che ancora oggi noi ragazze non possiamo sentirci libere di vestire come vogliamo. Crediamo di potere camminare tranquillamente per strada, ma forse non è così. Bisogna sempre tenere gli occhi aperti".