"Domenica scorsa si è verificato un grave episodio di aggressione fisica a uno degli autisti della società Prestia e Comandé da parte di un conducente del servizio di taxi-sharing. Per l'autista 15 giorni di prognosi salvo complicazioni". A denunciarlo è Giuseppe Fiorentino, rappresentante legale della società di autotrasporto che opera da e per l'aeroporto di Palermo, dove è avvenuto l'episodio.

Secondo Fiorentino, si tratta di "una situazione insostenibile causata dalla contiguità degli stalli riservati ai pullman di linea e al servizio di taxi-sharing. Una situazione che si protrae da diversi mesi ed è stata più volte segnalata da noi ai vertici Gesap che all'amministrazione comunale di Palermo".

Si tratta dell'ultimo episodio, il più grave, del continuo confronto fra la società che gestisce la linea di bus e le cooperative di tassisti in concorrenza con la ditta e che con l'introduzione del servizio di taxi-sharing ha visto un'aspra battaglia di prezzi fra taxi e autobus.