Pane ca meusa (panno con la milza)? No, grazie. Panelle, crocchè e raskatura? Il fritto è pesante. Spincione del Capo? Indigesto. Frittola? Per carità, chissà che carne ci mettono! Musso? Chi sarà mai questo sconosciuto? Stigghiole? Giammai! Insomma, a Palermo il cibo da strada deve scomparire. Parola del Sindaco, Leoluca Orlando, che ieri ha firmato l’ennesima ordinanza con cui estende le aree cittadine in cui è vietato il commercio itinerante.

[Continua la lettura dell’articolo]