Come ogni anno, il 22 maggio, e forse anche più degli altri anni, il santuario di Santa Rita, nel convento di Sant’Agostino, in pieno centro di Palermo, è diventato meta del pellegrinaggio di decine di migliaia di persone. Incuranti del caldo afoso, dell’immane calca, i fedeli della Santa dei miracoli impossibili sono arrivati nell’antica chiesa che, 25 anni fa, l’allora Cardinale Salvatore Pappalardo ha eretto a santuario. In tempi di crisi, il bisogno di miracoli si fa più pressante e la fede è l’unico baluardo certo con le difficoltà della vita.

[Continua la lettura dell’articolo]