PALERMO – Sventato un tentativo di suicidio ieri pomeriggio a Palermo. Con grande senso del dovere e coraggio, gli agenti del commissariato Oreto sono intervenuti per salvare la vita a un giovane che aveva deciso di lanciarsi nel vuoto. Dopo la segnalazione di alcuni passanti, i militari sono intervenuti presso il ponte di via Oreto, dove hanno trovato un 26enne era seduto sulla balaustra. I poliziotti si sono avvicinati e, con tatto e discrezione, lo hanno fatto parlare, chiedendogli cosa lo affliggesse; uno degli agenti si è seduto accanto a lui, sulla balaustra.

Il 26enne ha spiegato di essere stato lasciato dalla ragazza, unico "punto di riferimento della sua vita", che la madre non c'è più e che il rapporto con il padre si è interrotto da anni. Il giovane è anche disoccupato. Prima di tentare l'estremo gesto, il ragazzo avrebbe girovagato in stato confusionale per un paio d'ore, quindi avrebbe scavalcato la ringhiera. Il poliziotto gli ha parlato a lungo e, alla fine, lo ha convinto a desistere. Una volta messo in salvo, è stato portato in commissariato e affidato alle cure del 118, quindi è stato anche contattato il padre. 

FOTO DI REPERTORIO