AGRIGENTOCompra un quadro da 80 euro, ne guadagna 20.000: la singolare vicenda arriva da Agrigento e la protagonista è una donna che ha acquistato, qualche mese fa, un quadro in una galleria espositiva nel centro di Novara. La 46enne Claudia S., racconta AgrigentoNotizie, è originaria di Novara, ma risiede in Sicilia. A marzo, mentre si trovava a casa della sorella, ha comprato il quadro per la modica cifra di 80 euro. Dopo qualche giorno, tentando di sistemarlo, si è accorta che all'interno – tra la cornice del retro di "copertura" e la tela – c'era nascosto un Bot del valore di 100 lire, risalente al 1937, emesso con la clausola al "portatore", quindi incessabile dal legittimo prenditore.

Il titolo è stato fatto stimare da un consulente contabile di Agitalia: è così risultato, tra interessi, rivalutazione e capitalizzazione, un valore monetario attuale pari a 19.354 euro. La donna ha conferito mandato all'ufficio legale della società per agire al fine del recupero della somma presso la Banca d'Italia, obbligata a "onorare" tutti i debiti esistenti dei vari istituti bancari, anche se estinti, fusi o assorbiti prima dell'avvento della Repubblica Italiana.