Alcuni esperti sostengono che il pane e la pasta consumati regolarmente e in grandi quantità possano aumentare il rischio di malattie cardiache, oltre che favorire l'obesità: per questo motivo il professor Zhou Weibiao, scienziato della National University di Singapore, ha deciso di creare in laboratorio un pane viola molto particolare che, pur avendo sia il sapore che la consistenza dell'originale, ha in più tante proprietà benefiche

Il pane viola è ricco di nutrienti e apporta molti benefici, grazie a proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che contrastano anche i radicali liberi. Contiene anche antocianine, gruppo di flavonoidi diffusissimi nel mondo vegetale, che il dottor Weibiao ha estratto dal riso nero per aggiungerle all'impasto del pane. Da qui deriva il caratteristico colore viola.

Questo prodotto è adatto, secondo il suo ideatore, anche a chi ha problemi di diabete e obesità: amidi e antocianine, infatti, entrando in contatto provocano una reazione chimica che rallenta del 20% la digestione rispetto al pane normale. Gli amici presenti nel classico pane, una volta assimilati si convertono rapidamente in zuccheri, mentre nel pane viola il processo è rallentato.