Papa Francesco regala una croce speciale alla città di Lampedusa. 

E' una croce intrisa di dolore e speranza, realizzata con i remi dei migranti che hanno raggiunto Lampedusa e la provincia di Agrigento per cercare salvezza. Un modo per ricordare il dolore nel mondo e allo stesso tempo per sottolineare l'importanza di Agrigento e di Lampedusa per Papa Francesco. 

“Ho il piacere comunicare che il Papa mi ha fermato e mi ha detto che voleva donare un crocifisso a Lampedusa. È un crocifisso la cui croce è formata da remi di barche quindi ricorda la realtà degli immigrati”

Queste le parole del cardinale Montenegro presente al convegno ecclesiale di Firenze.

La croce arriverà da Roma ad Agrigento nei prossimi giorni ed è carica di storia. La stessa infatti venne regalata a Papa Francesco dal presidente cubano Raul Castro. L'opera è dell’artista Alexis Leyva Machado, noto come “Kcho” ed è realizzata simbolicamente con dei remi, legati con delle corde, di migranti che hanno attraversato il Mediterraneo.

E' possibile ammirare l'opera a partire dal prossimo 13 dicembre presso la Chiesa Santa Croce di Agrigento, in occasione dell'apertura diocesana del Giubileo della Misericordia. Prima di essere trasferita definitivamente nella sua nuova casa di Lampedusa, la stessa croce sarà portata in pelligrinaggio nelle cinque zone pastorali dell'Arcidiocesi di Agrigento.