MUSSOMELI (CALTANISSETTA) – Per due volte trova portafogli pieni di soldi e in entrambi i casi li restituisce. Protagonista di questa curiosa vicenda è Mario Amico, ferroviere originario di Mussomeli, nel Nisseno, e trapiantato in Lombardia. 

Per la seconda volta in vita sua, il dipendente di Trenord si è laureato campione di onestà e altruismo. Già nel gennaio 2014 su una panca di una stazione meneghina aveva rinvenuto un borsello con dentro la bellezza di 330.000 euro. Si fece in quattro per trovare il proprietario, un imprenditore. E per quel gesto vinse l'Ambrogino d'oro, il premio più importante per i milanesi. Il 7 dicembre 2014 il ferroviere, insieme a Vasco Rossi, Adriano Galliani e Carlo Tavecchio, ricevette dalle mani di Piasapia l’ambito premio.

A distanza di 4 anni il gesto di encomiabile integrità si è ripetuto. Anche se stavolta con le dovute proporzioni. Ieri mattina, mentre si trovava al lavoro su uno dei treni lombardi, Mario Amico ha ritrovato ancora una volta un portafogli. Al suo interno 1.200 euro in contanti, più carte di credito e assegni. Anche in questo caso ha rintracciato il legittimo proprietario e ha restituito tutto.