Il diverbio tra automobilisti si è trasformato in incubo per il palermitano Giovanni Tarantino, consigliere della quinta circoscrizione. A raccontare cosa accaduto sabato 18 marzo è stato lui stesso: 

"Ieri, intorno a mezzanotte, mentre stavo tornando a casa, sono rimasto imbottigliato nel traffico nei pressi di piazza Nascè. Fermo nel traffico, ho leggermente sfiorato una macchina che mi stava davanti. È stato un attimo e il tizio alla guida dell'auto che avevo sfiorato ha aperto la mia macchina e ha iniziato a picchiarmi, colpendomi con pugni in faccia". 

"Non ho reagito – prosegue Tarantino – sono riuscito soltanto a malapena a chiudere lo sportello e a infilarmi nella corsia d'emergenza e, fra l'indifferenza generale di decine di automobilisti e passanti che hanno assistito alla scena, infine sono riuscito a scappare con la macchina. Purtroppo i traumi sono stati così forti che, oltre alla perdita di sangue, sono svenuto per qualche minuto dopo la fuga".

Al pronto soccorso, i medici hanno riscontrato "una frattura scomposta delle ossa nasali e un versamento di sangue". "Sporgerò denuncia per l'accaduto – conclude Tarantino – ma quello che più mi fa male non sono i pugni, non sono le ossa rotte, non è l'occhio tumefatto, quello che più mi fa male è che nessuno si sia preoccupato neanche per un attimo di quello che stava accadendo".