PALERMO – Il sindaco Leoluca Orlando ha consegnato oggi a Villa Niscemi la pergamena Tessera Preziosa del Mosaico Palermo ai fratelli Antonio, Roberto e Marcello Cottone, titolari de La Braciera, migliore pizzeria siciliana secondo il Gambero Rosso. La prestigiosa guida ha attribuito al locale palermitano il punteggio massimo, tre spicchi, per ben due edizioni consecutive, il 2016 e 2017. Ne dà notizia, tra gli altri, il quotidiano "Repubblica".

"Gambero Rosso ha voluto premiare un'azienda di altissimo livello per l'ottima qualità del prodotto e per l'attento studio di grani, farine, lievitazioni e miscele", ha dichiarato Nino Aiello, responsabile per la Sicilia della guida dei vini del Gambero Rosso. Alla cerimonia, insieme al sindaco e ai titolari della pizzeria, hanno preso parte anche l'assessore alle Attività produttive, Giovanna Marano, e Daniele Vaccarella, maestro pizzaiolo de La Braciera, che ha raccontato alcuni segreti:

"L'impasto Tri-nacria è una nostra una ricetta originale ed esclusiva ed è un blend proprietario di farine integrali biologiche siciliane, Bianca madonita, Russello e Tumminia. Lo utilizzeremo per una pizza con fiordilatte, gorgonzola, miele e noci. Il Capeiti è un grano prodotto nel 1940 dall'innesto tra il Senatore Cappelli e l'Eiti e caratterizzato dall'alta digeribilità e dal basso indice glicemico. È ottimo per la pizza ai friarelli e salsiccia. L'impasto del Maestro è un blend di farine raffinate, con aggiunta di germe di grano e farina di ruscello, un grano antico siciliano. Dà vita alla nostra Margherita al sammarzano. L'Enkir è un cereale antico con alto contenuto proteico e lo utilizziamo per una pizza con datterino giallo, coppa di maialino nero e mozzarella di bufala a crudo”.