Una ventina di perquisizioni domiciliari sono state esguite in 16 città italiane, di cui 5 siciliane, nell'ambito di un'inchiesta di contrasto alla pornografia minorile dalla Polizia di Stato. Le indagini, a carico di maggiorenni e minorenni, sono state eseguite dalla Polizia postale

Perquisizione in cinque città siciliane per contrastare la pornografia minorile

Le città interessate dalle perquisizioni sono: Catania, Siracusa, Ragusa, Palermo, Caltanissetta, Reggio Calabria, Potenza, Avellino, Roma, Reggio Emilia, Lucca, Milano, Torino, Cuneo, Treviso e Venezia. Tutti i particolari dell'operazione di contrasto alla pornografia minorile saranno resi noti nella sede della Polizia postale di Catania al termine di una conferenza stampa alla quale stanno già partecipando il procuratore per i minorenni Caterina Aiello e il sostituto distrettuale Marisa Scavo