Prendono in giro un bimbo per i suoi calzini, ma la risposta del web è commovente. Ha indossato un paio di calzini con i cuoricini rossi e per questo è stato deriso dai bambini dell'asilo. Non solo. La mamma di uno dei suoi compagni di classe si è messa a ridere: "Sono proprio calzini da femminuccia!".

E così la mamma del piccolo ha scritto su Facebook una risposta infuocata proprio alla donna che l'ha sbeffeggiato: "Mio figlio ha 3 anni, adora i cuori, ama il rosa, gli piace moltissimo giocare con le bambole. Ma quello che preferisce sopra ogni cosa è la libertà di fare le sue scelte: ha scelto personalmente quei calzini al negozio e ha scelto di sua volontà di indossarli".

Nel suo lungo post condiviso migliaia di volte, Shona Campbell continua a spiegare perché è sbagliato dividere abiti e giochi per maschi e femmine: "Mio figlio può indossare un vestitino, se vuole. Così come può mettersi un cappello di pelouche. E se desidera mettersi un paio di calzini con i cuoricini, PUO' certamente farlo! Sto crescendo mio figlio con l'idea che può essere ciò che vuole e non mi piacciono le persone come te che lo prendono in giro dicendogli che sbaglia a indossare quello che indossa e dando ordini su quello che deve o non deve mettersi".

"Questa è l'età perfetta per lasciare che i nostri figli prendano le loro decisioni per permettere loro di capire chi vogliono essere, non quello che la società vorrebbe che fossero. E' MIO FIGLIO. E gli voglio bene, con i cuoricini nei calzini e tutto il resto".

La vicenda non è rimasta circoscritta alla cittadina britannica dove è accaduto l'episodio. Centomila persone hanno letto e condiviso le parole di Shona, plaudendo alla sua apertura mentale e condannando la mamma che ha ridicolizzato il bambino con i cuoricini sui calzini. Ma sul web è scattata anche la solidarietà maschile. Alcuni utenti uomini hanno pubblicato su Twitter un selfie in solidarietà con il piccolo, disegnandosi un cuore rosso sulla guancia, sul bicipite o in altre parti del corpo con il messaggio: "I veri uomini amano i cuori".