1322Continua a splendere il sole sull’Italia con temperature in aumento anche al sud, dove oggi si registreranno i valori più elevati nel pomeriggio con picchi abbondantemente superiori ai +20°C in modo particolare nelle zone joniche e nel basso Adriatico. Ancora caldo anche al nord, ma con nebbie e foschie in alcune zone della pianura Padana e anche tra Lazio e Toscana. Nubi basse, foschie e persino qualche piovasco in Liguria. Una situazione monotona, che continuerà fino avenerdì 21 marzo, seppur con annuvolamenti via via sempre più consistenti nei prossimi giorni.
06La situazione cambierà – è ormai confermatissimo – da sabato 22 in poi, con il ritorno di freddo e maltempo. Dapprima, sabato, il maltempo colpirà solo il nord, estendendosi domenica anche al centro mentre nel weekend rimarrà bello al Sud. Da lunedì 24 in poi, tutta l’Italia sarà coinvolta in questa intensa ondata di maltempo con un profondo ciclone nel mar Tirreno, forti venti, mareggiate e precipitazioni abbondanti che scaturiranno da temporali anche intensi. Non mancheranno grandinate e trombe d’aria, fenomeni estremi alimentati dai contrasti termici particolarmente significativi. Le temperature, infatti, crolleranno in alcuni casi di oltre 15°C in poche ore.
14Tornerà anche il freddo, appunto, senza picchi eccezionali di gelo ma comunque con temperature che si abbasseranno nuovamente su valori tipicamente invernali, e così marzo potrà riscoprire il suo volto più naturale e “pazzerello” dopo questo lungo periodo quiete e decisamente anomalo relativamente alle caratteristiche storiche di questo periodo dell’anno. La neve tornerà copiosa soprattutto sulle Alpi, già a partire dal weekend, e poi la prossima settimana anche sull’Appennino. Per i dettagli con le zone più colpite e l’entità dei fenomeni di maltempo è ancora presto, ma nei prossimi aggiornamenti la situazione sarà ancora più chiara e potremo approfondire ulteriormente il bollettino previsionale. Continuate a seguirci…

Peppe Caridi