Nove persone su dieci soffrono della cosiddetta "sindrome della vibrazione fantasma". Nienta paura, perché non è niente di grave: in soldoni, significa pensare erroneamente che il cellulare stia vibrando in tasca, indicando l'arrivo di email o messaggi.

A rilevarlo è uno studio del Georgia Institute of Technology,pubblicato sulla rivista "Computers in Human Behaviour". Un fenomeno, quello della vibrazione fantasma, che si verifica quando si porta sempre il telefono in tasca. Lo smartphone, di fatto,finisce per diventare parte del proprio corpo allo stesso modo degli occhiali, che ci si dimentica di indossare. Spiega Robert Rosenberger, autore dello studio:

"Si percepiscono e si scambiano come vibrazioni del cellulare quelli che in realtà sono i piccoli e frequenti spasmi muscolari. È sorprendente quante persone ne soffrano. Un recente studio condotto tra studenti universitari ha segnalato che il 90% di loro dice di provare queste vibrazioni fantasma, anche se la cosa non sembra irritarli. Le cause? Ci sono due teorie: una è che la tecnologia sta modificando il nostro cervello, l'altra è che siamo semplicemente ansiosi. Tutti questi diversi tipi di tecnologie, tra cui email e messaggi, finiscono per rendere nervosi e irritabili per il fatto di dover rispondere a diverse persone continuamente".