Prosegue senza sosta la campana di disinformazione sulle donne siciliane in gravidanza costrette a partorire lontano dai centri dove vivono in seguito alla chiusura di ben 28 Punti nascita disposta dal Governo regionale di Rosario Crocetta.

[Continua la lettura dell’articolo]