Tre appuntamenti, oltre 10 ore di concerti, 200 persone coinvolte tra artisti e staff. Sono i numeri di "Qualcosa si può fare – Artisti siciliani insieme per il Centro Italia", una rassegna per raccogliere fondi a favore delle vittime del terremoto. Il primo appuntamento è stato domenica scorsa a Terrasini. Sul palco Anita Vitale, Othello, Marcello Mandreucci, Sara Romano, Beati Paoli, I Kalvi featuring Alessandra Ponente, Francesco Vannini, Christian Carapezza, Ivan Fiore, Ernesto Maria Ponte, I Sansoni, Cristiano Pasca.

Seconda tappa del tour oggi, venerdì 23 settembre, al lungomare di Cefalù a partire dalle 21. Presenti Mario Venuti, Nkantu d’Aziz I Cirrone, Giulia Catuogno, Radio Sud, Taligalè, Carmelo Fileccia, Toti e Totino, Roberto Pizzo. Terza e ultima tappa domenica 25 settembre alle 21 dal Teatro di Verdura di Palermo. Si esibiranno Mario Incudine, Frequenze Retrò, Chiara Minaldi, Pupi di Surfaro, Tamuna, Tre Terzi, Le Formiche, Arie di Sicilia, Stefano Piazza, I Respinti.

Ogni singolo centesimo conquistato sarà interamente devoluto, senza nessuna voce di spesa da detrarre. La raccolta verrà realizzata nelle piazze deputate, alla presenza di uomini delle istituzioni (notai e rappresentanti ufficiali), che ne garantiranno l’integrità. I sindaci e gli assessori competenti delle tre città saranno fortemente coinvolti e attivi in quella che sarà un’impresa non facile, ma di necessario effetto.