A 20 anni soffre di un problema molto particolare, e soprattutto invalidante. Jessica Southall, una mamma di Nottingham, in Inghilterra è vittima di narcolessia con cataplessia, nota anche come "sindrome della bella addormentata". In pratica, ogni volta che ha una forte emozione i suoi muscoli si rilassano e lei sviene in un sonno profondissimo. Una situazione insostenibile, soprattutto perché si addormenta ogni volta che ride o ha un orgasmo. "La mia vita è un incubo", ha raccontato la 20enne ai tabloid britannici.

Jessica ha scoperto la malattia, che la porta a dormire fino a 13 ore al giorno, durante l'adolescenza: "Avevo 16 anni e alternavo dei momenti di benessere ad altri di estrema stanchezza che mi portavamo ad addormentarmi addirittura durante le lezioni". Si è resa però conto di quanto fosse grave la situazione quando ha avuto il primo ragazzo, con cui ha avuto dei rapporti sessuali e ha notato che ogni volta che facevano l'amore lei si addormentava profondamente. "Sembra una cosa divertente, io stessa cerco di scherzarci su, ma non è per niente bello. Ogni volta che rido o mi emoziono mi addormento, e non è facile spiegare a chi mi sta intorno quello che accade", dice.

Il suo attuale partner ha però capito la gravità della situazione di Jessica, soprattutto il fatto che il suo sonno dopo l'amore non era sintomo di noia, ma conseguenza della malattia. Oggi hanno una splendida bambina, Briella, di un anno. "Ho imparato a conoscere me stessa e so rendermi conto di quando sto per addormentarmi, ma non è comunque facile convivere con questa malattia", sottolinea Jessica.