ImmagineIl cielo notturno, in qualsiasi notte dell’anno lo si guardi, rappresenta una delle bellezze naturali più belle visibili ai nostri occhi. Il suo fascino coinvolge da sempre l’umanità, che per tanto tempo l’ha osservato, contemplato, studiato. Oggi, a causa dell’inquinamento luminoso, sempre meno luoghi sono adatti all’osservazione del firmamento, ma lo spettacolo di questa sera sarà a disposizione anche dei cieli urbani. Una Lunacrescente, già oltre la fase di Primo Quarto, sta entrando nella costellazione della Bilancia, raggiungendo la congiunzione con Saturno, il Signore degli Anelli. Separati in realtà da un abisso cosmico, i due corpi saranno in bella mostra dopo il tramonto del Sole nel cielo meridionale. A rendere lo spettacolo ancora più bello ci saranno il pianeta Marte e la stellaSpica, i quali offriranno un contrasto di colori ben visibile anche senza l’ausilio di strumenti. Tempo permettendo. In astronomia una congiunzione è la configurazione planetaria che si determina quando due astri hanno la stessa longitudine o la stessa ascensione retta viste dal centro della Terra. Nel caso di un pianeta interno (con una distanza dal Sole minore di quella della Terra: Mercurio o Venere) o della Luna, la congiunzione può presentarsi in due configurazioni diverse. Se il pianeta si trova nella stessa direzione della Terra rispetto al Sole, si dice che esso è in congiunzione inferiore; questa posizione corrisponde alla minima distanza dalla Terra. Quando, invece, si trova in direzione opposta dalla Terra rispetto al Sole, si dice che esso è in congiunzione superiore; questa posizione corrisponde alla massima distanza dalla Terra.

Renato sansone
meteoWeb